Carrello vuoto

Angelo Moriondo

Pubblicato il 20/11/2016

(Torino, 6 giugno 1851 – Marentino (Torino), 31 maggio 1914)

è stato l’inventore della macchina del caffè espresso.

Discendente da una famiglia di imprenditori (il nonno fondò una fabbrica di liquori poi continuata dal padre Giacomo il quale in seguito, con il fratello Ettore ed il cugino Gariglio, fondò la nota fabbrica di cioccolato “Moriondo & Gariglio”), fu padre di Giacomo, noto pittore ed illustratore. Ampliò la sua sfera di attività acquistando in Torino il Grand-Hotel Ligure, nella centralissima piazza Carlo Felice, e l'American Bar nella Galleria Nazionale di via Roma.

Fu proprio questa attività alberghiera e di ristorazione che fecero sorgere l'esigenza, e quindi l'idea, di mettere a punto una macchina per la produzione del "caffè istantaneo" al fine di soddisfare in tempi rapidi la sempre più esigente e frettolosa clientela.